La Fondazione Culturale "Napoleone Alfano Negrini" prende vita grazie alla generosità del suo crea­tore eponimo, illustre bibliofilo, filantropo e scultore. Lo scopo di questo ente – nato nella seconda metà degli anni '70 – si lega alla tradizione delle grandi collezioni librarie del ventesimo secolo: tra i suoi intenti principali, figura la conservazione e l'accrescimento del patrimonio di testi, volumi e pubblicazioni ottenuto in custodia successivamente al cosiddetto "Legato Legnanese".

Una volta l'anno, la Fondazione apre le sue porte ai soci sostenitori nel corso di un singolo evento a carattere conviviale (detto "La Cena dei Savi") a seguito del quale è possibile visitare la biblioteca ed essere aggiornati sulle recenti acquisizioni che sono andate ad incrementare il già imponente corpus iniziale di opere originali.

Per tutto il resto del tempo – secondo le precise disposizioni del fondatore – l'operato dei ricercatori e dei restauratori che collaborano col nostro Ente si svolge in quiete e in completa autonomia, lontano da interferenze esterne. Nondimeno, negli ultimi anni si è reputato utile avviare il "Progetto Alexandria", ossia la realizzazione di un database on-line che permettesse la consultazione pubblica di almeno una piccola parte del catalogo della Fondazione (benché il prestito delle opere sia ov­viamente proibito).

In quest'ottica, il sito che state sfogliando rappresenta il primo passo di un cammino che forse – in un futuro non lontano – porterà ad una parziale apertura al grande pubblico della collezione libraria nel suo complesso.
  La biblioteca di Alessandria
"La biblioteca di Alessandria
(III secolo a.C.)
08/02/2017 – Avviato il riordino della sezione concernente miti, tradizioni e leggende, con l'acquisto di numerosi volumi che spaziano dal XIX al XX secolo. Le opere sono tutt'ora in fase di catalogazione, prima della loro collocazione definitiva.